trasloco cosa devo fare

Trasloco: Cosa Devo Fare?

Il problema più urgente da risolvere quando si deve cambiare casa è quello del trasloco. Chi si trova in questa situazione spesso si domanda: “È il momento del trasloco, cosa devo fare?“. Ecco allora alcuni consigli utili da tenere in mente nel momento in cui ci si accinge a traslocare.

Cosa si deve fare per traslocare

Innanzi tutto è bene contattare anticipatamente una ditta di traslochi. Se dovete traslocare a Roma o se dovete spostarvi da Roma verso un’altra città, potete anche contattare noi della Sat International Movers Traslochi Roma per un  preventivo traslochi.

A cosa serve il preventivo? Il preventivo non serve solo a stimare il costo del trasloco da parte della ditta a cui ci si rivolge ma  anche a vedere i servizi inclusi. Tra questi servizi, oltre al trasporto e al facchinaggio, ci saranno anche l’imballaggio degli oggetti, lo smontaggio ed il rimontaggio dei mobili ed altre voci.

Se si vuole risparmiare è possibile fare alcune cose da se e chiedere un nuovo preventivo solo per i servizi che non si riesca a fare da soli.

Altro punto importante per la determinazione delle spese e per l’organizzazione del trasloco è decidere cosa portare con se nella nuova abitazione e cosa buttare. Ecco un piccolo schemino che vi sarà utile per procedere nella difficile scelta.

Cosa Portare nel Trasloco?

  • I mobili
  • i suppellettili che amate (quadri, oggetti, libri, lampade, eccetera)
  • Piatti, bicchieri, posate, pentolame.
  • Vestiti, scarpe e intimo
  • Oggetti personali (strumenti musicali, attrezzature per hobby, eccetera)
  • Documenti, bollette, contratti, certificati
  • Elettrodomestici ed oggetti elettronici (TV, stereo, decoder, macchinetta del caffé a cialde, eccetera)
  • Tutto ciò che utilizzate quotidianamente nella vostra vita
  • Cibo per animali (se ne avete)

Trasloco, Cosa Buttare

  • Suppellettili inutili (tipo oggettini e bomboniere che non hanno valore affettivo ed utilità, vecchi cd o addirittura le videocassette e cose simili)
  • Elettrodomestici doppi (se avete 2 tostapane forse uno è meglio che non lo portate)
  • Vestiti e scarpe che non mettete più
  • Tutti gli oggetti che non utilizzate perché non indispensabili (per determinarlo basta chiedervi da quanto tempo non li utilizzate)
  • Medicinali Scaduti

Trasloco, cosa non dimenticare

Un’altra cosa da tenere in mente è mettere in un borsone ben distinguibile, tutto ciò che ci servirà durante le operazioni di trasloco, sia nella vecchia che nella nuova casa. Queste cose sono molto importanti perché dimenticarle vorrebbe dire perdere tempo successivamente nel reperimento delle stesse.

  • Medicinali da pronto soccorso
  • Lampade di emergenza o torcie
  • Sacchi spazzatura
  • Detergenti e Spugne
  • Guanti da lavoro e da pulizia
  • Piatti e posate di plastica
  • Cibi da preparare velocemente i primi giorni che si sta nella nuova casa
  • Cibo animali (se ne avete)
  • Intimo, oggetti e saponi per la cura della persona, un vestito di ricambio e il pigiama

Materiali trasloco da procurarsi anticipatamente

  • Molto nastro da imballo
  • Scatoloni a sufficienza
  • Rotoli di pluriball per imballare gli oggetti fragili prima di inscatolarli
  • Fogli di carta da applicare sulle scatole per elencarne il contenuto
  • Pennarelli
  • Giornali vecchi per incartare gli oggetti
  • Avvitatore, pinze e martello per smontare/rimontare i mobili

Trasporto e facchinaggio

Per il trasporto ed il facchinaggio consigliamo di fare eseguire  il lavoro ad una ditta di traslochi autorizzata perché:

  • Gli oggetti da traslocare sono assicurati contro i danni
  • il personale è assicurato contro gli infortuni
  • gli automezzi sono assicurati in caso di incidente
  • I permessi per le ZTL e per l’occupazione del suolo pubblico saranno un problema in meno per voi

Chi avvisare dopo il trasloco

A trasloco avvenuto si devono avvisare:

  • Ufficio Anagrafe
  • anagrafe tributaria comunicando la variazione di domicilio fiscale all´ufficio delle imposte nel comune della vecchia abitazione. Basta una raccomandata con ricevuta di ritorno e il domicilio fiscale avverrà dopo 60 giorni dalla data della ricevuta di ritorno
  • Cambio medico di famiglia (se si cambia ASL di appartenenza)
  • ufficio delle tasse del comune dove si trova la nuova abitazione per pagare la tassa sui rifiuti solidi urbani
  • Fornitori servizi: Acqua, Elettricità, Gas, Telefono. Basterà chiamare per sapere come fare
  • Fornitori altri servizi come Pay TV, prestiti, banche, ufficio postale, eccetera per garantirsi che la corrispondenza arrivi al nuovo indirizzo

 

TI OCCORRE UN PREVENTIVO TRASLOCO? CONTATTACI. TE LO FORNIAMO GRATIS E SENZA IMPEGNO!